Roma torna a correre, presentata l’Acea Run Rome The Marathon - RUN ROME THE MARATHON

La Sindaca Raggi: “Roma dimostra di essere all’avanguardia negli eventi sportivi internazionali”

C’è anche la Staffetta Acea Run4Rome con il Charity Program e la Stracittadina Fun Race 5km si può correre in tutto il mondo. L’evento ha il nuovo obiettivo di diventare ecosostenibile entro il 2023.

Pettorale n. 1 a Giorgio Calcaterra e Franca Fiacconi

 

ROMA – E’ nella prestigiosa Sala del Tempio di Adriano, sito della Camera di Commercio di Roma, che oggi è stata presentata l’Acea Run Rome The Marathon che si correrà domenica 19 settembre 2021.

Una domenica tanto attesa dopo il rinvio dello scorso marzo 2020 a seguito della pandemia da Covid19, sarà l’Alba Edition Special Race, con la partenza fissata alle ore 6.45 sui Fori Imperiali. Una ripresa ‘in sicurezza’, poiché saranno adottate tutte le regolamentazioni in tema di sicurezza sanitaria da Covid19 vigenti al giorno della gara, e anche molto emozionale. Gli atleti saranno schierati al via ancora con il buio, in attesa delle prime luci del giorno, sarà il momento della rinascita della città di Roma, dello sport, del benessere. Sarà il tempo di conquistare Roma, di sentire i passi che diventano musica, di correre mentre la città dolcemente si sveglia.

Organizzata da Infront Italy, Corriere dello Sport – Stadio, Italia Marathon Club e Atielle, Acea Run Rome The Marathon sarà la prima grande maratona internazionale a riprendere le attività e tanti sono i progetti legati  all’evento che quest’anno più di sempre desidera coinvolgere tutta la città, ma non solo.

Al centro del progetto c’è la staffetta solidale Acea Run4Rome e la Stracittadina Fun Race alla quale si potrà partecipare sia da tutta Italia che dall’estero. Un evento che durerà tre giorni grazie anche all’Expo Village aperto da venerdì 17 situato presso le Terme di Caracalla – Stadio Nando Martellini.

Con la coordinazione generale dell’evento affidata a Lorenzo Benfenati, Project Manager di Infront e al direttore tecnico della maratona Nicola Ferrante, la maratona è possibile grazie anche all’ausilio di centinaia di volontari e tante associazioni della città che credono e contribuiscono fortemente alla riuscita dell’evento. Tra questi il Gruppo Storico Romano, associazione culturale attiva da più di 25 anni nel settore della divulgazione culturale e come ad ogni edizione protagonista in zona partenza e arrivo con la rievocazione dell’antica Roma, unica realtà accreditata nel mondo. Tra i tanti eventi della maratona, grazie ad Athletica Vaticana – l’Associazione sportiva della Santa Sede, sabato 18 settembre, alle ore 18, nella Chiesa degli Artisti (Santa Maria in Montesanto) a Piazza del Popolo, vi sarà la messa del Messa del Maratoneta celebrata dal Cardinale Gianfranco Ravasi dove sono invitati tutti i maratoneti. Nel corso della presentazione è stato consegnato il pettorale n. 1 al tre volte campione del mondo di ultramaratona 100km Giorgio Calcaterra, decine di volte al via della maratona di Roma e simbolo di questa città e di questa maratona. Stesso numero che verrà anche consegnato alla ex maratoneta azzurra Franca Fiacconi, vincitrice nel 1998.

PROGETTO CIRCULARITY, SUSTAINABILITY PARTNER – Un evento di tale portata non poteva non racchiudere all’interno delle sue attività gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Per questo l’Acea Run Rome The Marathon punta a ridurre il proprio impatto ambientale entro il 2023.  Il percorso intrapreso da INFRONT, in collaborazione con il Sustainability partner CIRCULARITY, start up innovativa e società benefit che opera nell’ambito dell’economia circolare, inizierà con la misurazione dell’impatto ambientale della manifestazione sportiva 2021 e con l’organizzazione di iniziative ad essa correlate che coinvolgeranno sia Roma che l’intero territorio nazionale. Questo sarà solo l’inizio di un percorso incrementale, con una strategia di sostenibilità fino al 2023, che vedrà ogni manifestazione caratterizzata da azioni legate alle grandi sfide della sostenibilità, sia sociale che ambientale.

LA MEDAGLIA – Unica maratona al mondo a presentare due medaglie. Tutti i partecipanti che erano iscritti alla maratona 2020 e hanno confermato la loro iscrizione per il 2021, riceveranno anche la medaglia dell’anno scorso raffigurante il Pantheon. Il sogno c’era, il sogno è rimasto!

La medaglia della Acea Run Rome The Marathon 2021 si lega a un elemento iconico dei Roma: il Sampietrino. Testimone silenzioso della città è uno degli elementi più caratteristici della Capitale, il Sampietrino è a tutti gli effetti un piccolo grande simbolo del centro storico romano.

Per quanto riguarda la medaglia della staffetta Acea Run4Rome sono stai inseriti in un unico oggetto alcuni dei monumenti più importanti di Roma formando così un vero e proprio skyline della città. Posizionato centralmente troviamo anche qui l’iconico sampietrino, elemento che caratterizza il percorso dell’Acea Run4Rome e della maratona e accompagna i runner nella loro impresa, proprio come se corressero una maratona

ART CARD – Tre le principali iniziative di matrice culturale dedicate ai maratoneti e ai loro accompagnatori vi sono: ART CARD prevede l’ingresso gratuito ai Musei del Sistema Musei Civici di Roma Capitale per i maratoneti e un loro accompagnatore per una intera settimana e precisamente nei giorni compresi dal 16 al 23 settembre. ARCHEORUNNING – Grazie a Isabella Calidonna, ideatrice di Archeorunning, vive il progetto creato per invogliare più persone a praticare sport e al contempo conoscere luoghi insoliti di Roma. I partecipanti e i loro familiari nei giorni precedenti o seguenti alla gara potranno vivere la città facendo movimento dolce in modalità running tours o walking tours. APPIA ANTICA – Sempre tra le proposte di collaborazione all’arricchimento dell’experience offerta ai partecipanti all’Acea Run Rome The Marathon c’è anche il Parco Archeologico e Parco Regionale dell’Appia Antica. Vi sarà una speciale card che permetterà agli atleti iscritti alla maratona, alla staffetta e alla stracittadina, l’ingresso gratuito a tutti i siti e alle aree archeologiche del Parco per il periodo compreso tra il 17 e il 26 settembre 2021.

IL PERCORSO – Si parte dal centro di Roma alle ore 6.45 e si correrà nella storia. Oltre trenta i monumenti e siti storico culturali che i runner ammireranno nel corso dei 42km della competizione, unica gara al mondo a vantare questo patrimonio e record. Una vera e propria corsa nella storia, Il via, il km 0, sarà come da tradizione dai Fori Imperiali, cuore della città in epoca imperiale, si passa subito per l’Altare della Patria, monumento che modificò totalmente l’assetto rinascimentale di Piazza Venezia. Poi si passerà dal Campidoglio e dal Teatro Marcello. Poi ancora il Circo Massimo, la maestosa Piramide Cestia, via della Conciliazione, l’abbraccio del Colonnato di San Pietro e dalla Basilica stessa con la sua maestosa bellezza. Proseguono i km con il Ponte Cavour, il Lungotevere, i luoghi che sono stati del villaggio olimpico 1960, Piazzale dell’Acqua Acetosa, Via de Campi Sportivi, Viale dell’Agonistica. Km 30 verso Roma nord, nei pressi di Monte Antenne, la Moschea e poi il ritorno verso il traguardo. Via del Corso, Piazza del Popolo, Piazza di Spagna, immortalata in Vacanze Romane che ha lanciato il mito della città eterna, uno dei tanti luoghi simbolo di Roma. Ultimi km in Piazza Navona, il salotto “buono” della città, infine Piazza Venezia e Via dei Fori Imperiali ed infine il traguardo con in fronte il Colosseo, simbolo di Roma e monumento più famoso del mondo.

LA STAFFETTA – Il più grande evento sportivo ha al centro anche un progetto sia benefico, con il Charity Program, che di inclusione. Acea Run4Rome permetterà a neofiti, camminatori, sportivi in genere, runner agonisti di essere protagonisti andando a vivere una giornata all’insegna del benessere e del divertimento. Un evento che è una grande opportunità, magari per chi oggi non corre ancora ma ha sempre sognato di farlo, per chi pensa di potercela fare anche solo camminando, per chi crede di non potercela fare e invece, trascinato dai componenti del proprio Team, potrà riuscire nell’impresa. Il sogno di correre e tagliare il traguardo di una grande maratona internazionale può diventare realtà, basta creare il proprio Team che dovrà essere composto da 4 persone e percorrere le 4 frazioni previste da 7km, 13,3km, 10,3km e l’ultima, gran finale, 11,595km per un totale da 42,195km. Iscriversi sarà possibile solo attraverso le Onlus che hanno aderito al progetto Charity. La quota d’iscrizione viene stabilita liberamente da ciascuna delle Charity: non si tratta di una semplice quota d’iscrizione, infatti, ma di una vera e propria donazione a favore di uno dei tanti progetti benefici che si possono scegliere di sostenere. Ad oggi le onlus aderenti sono: Airc, Operation Smile Italia Onlus, Sport Senza Frontiere, Doppia Difesa, Dynamo Camp, Fondazione Maratona Alzheimer, Associazione La Stella di Lorenzo, La Pelle Azzurra.

LA STRACITTADINA FUN RACE – La Fun Race è classicamente chiamata ‘la stracittadina di Roma’, una vera istituzione, un rito da 50mila persone. La grande novità è che si potrà partecipare da ovunque ci si trovi, quello che conta è la distanza da percorrere che è di soli 5km, a portata di tutti. Inclusività è la parola chiave, si potrà correre o camminare e in qualsiasi luogo, pensando solo a benessere, amicizia e divertimento.

Corsa e mente possono andare insieme e fare magie, si potrebbero ad esempio chiudere gli occhi per qualche secondo e immaginare una scia gialla che corre lungo tutta l’Italia, sulle ciclabili, nei parchi, in tutti gli spazi all’aperto. Una community immensa di cui far parte, il gruppo è la forza, il distanti ma uniti, l’individualità per diventare belli, luminosi, forti, fieri. Questa è la Stracittadina Fun Race da 5km, innovativa e sicura, dove ogni partecipante avrà il pettorale con il suo esclusivo numero, la medaglia da onorare e la maglia tecnica ‘gialla’ firmata da Joma, gadgets che verranno recapitati in tutta Italia entro pochi giorni dall’iscrizione. Con la fantasia, con la libertà e con la leggerezza che contraddistingue i runner, si potrebbe chiamarla anche ‘Yellow Fun Race”. Perché sarà un’onda gialla in grande stile. Yellow, sì: gialla, come il sole, come la vita, il calore, l’energia.

La Stracittadina Fun Race ha una forte anima solidale, come sempre nella storia di questo evento fondamentale l’impegno e la collaborazione di CSV Lazio (Centro di Servizio per il Volontariato) che organizzerà una nuova edizione di Insieme per il Bene Comune – Good Deeds Day, la grande manifestazione dedicata al volontariato. Previste diverse iniziative legate ai Parchi di Roma, dove saranno presenti le associazioni del territorio, ma non solo, perché quest’anno la solidarietà si allargherà a tutta Italia. Una partnership che continua nel tempo a parlare di beneficenza e volontariato grazie alla collaborazione attiva di tante associazioni aderenti attive sul territorio.

Per tutte le organizzazioni non profit interessate questo si traduce in un’occasione di raccolta fondi perché grazie al Charity Program della Stracittadina le associazioni possono raccogliere le iscrizioni e trattenere parte del ricavato per le loro attività.

FINISHER T-SHIRT E OPPORTUNITA’ – Insieme al pettorale è possibile acquistare una seconda t-shirt special edition ‘Finisher Acea Run Rome The Marathon’, disponibile in acquisto separato ed aggiuntivo anche per tutti coloro che eventualmente sono già iscritti all’edizione 2020. Tutti i partecipanti iscritti avranno comunque la t-shirt ricordo dell’evento, firmata dallo sponsor tecnico Joma, in automatico nel pacco gara. In sede di acquisto pettorale diverse le opportunità da cogliere e prenotare come la personalizzazione della medaglia con il proprio tempo finale di gara, il pacchetto foto e video, l’assicurazione per assistenza e rimborso e sensazionali offerte per l’accomodation per vivere in pieno relax il fine settimana a Roma.

GLI ALLENAMENTI – Per essere preparati al meglio e per aumentare il divertimento anche in allenamento, tornano a Roma i ‘Get Ready’, gli allenamenti collettivi, ideali sia per preparare la maratona ma eventualmente anche una frazione della staffetta Acea Run4Rome. L’appuntamento con i due ‘Get Ready’ previsti è per sabato 10 luglio e per domenica 5 settembre con orario di partenza alle 6.45, proprio come sarà lo start ufficiale della maratona.

Neofiti o maratoneti esperti, veloci o lenti, tutti sono attesi e tutti possono partecipare, è necessario solo registrarsi, in forma gratuita, sul sito ufficiale dell’evento. Correre e allenarsi nella città eterna è un privilegio per pochi, un’occasione da non perdere, sarà comunque una grande festa e il divertimento assicurato perché correre era, è e rimarrà sempre e per sempre un grande divertimento.

Confermata la presenza del mitico ultramaratoneta tre volte campione del mondo di 100km Giorgio Calcaterra e nell’appuntamento settembrino anche della campionessa, vincitrice nel 1998 delle maratone di Roma e di New York, Franca Fiacconi. A coadiuvare il tutto Andrea Giocondi, coach ufficiale dell’Acea Run Rome The Marathon. Prevista la presenza anche di Isabella Calidonna ideatrice del progetto Archeorunning e coach ufficiale dell’Acea Run Rome The Marathon. Ci saranno i pacer ufficiali della maratona a dettare il ritmo, coordinati da Federica Romano.

MY FIRST RUN – My First Run è il programma d’allenamento perfetto per chi vuole correre la prima maratona, ma non solo. Ideato da Acea Run Rome The Marathon, in collaborazione con 6Più (www.6piu.it), un gruppo di coach professionisti al servizio dei maratoneti.

La prima vera grande corsa è la ‘maratona’, con i suoi mitici e olimpici 42,195km e Roma non può che essere il grande sogno per l’esordio. My First Run, che sta per ‘la mia prima maratona’ è da fare nella Città Eterna con il suo percorso più bello del mondo, avvolti nella storia, con decine di monumenti che scorrono lungo i chilometri verso la gloria di un traguardo che rimarrà per sempre nel cuore e nella mente.

My First Run è iniziato a giugno e terminerà il giorno della maratona, ideale e dedicato a tutti coloro che sanno già correre, o camminare, per almeno 10km. Non importa il ritmo, importa il coraggio. Avere l’audacia di iscriversi all’Acea Run Rome The Marathon e presentarsi al via all’alba è di per sé già una vittoria. Con My First Run sarà tutto più facile e il sogno può solo diventare realtà.

“La città di Roma è orgogliosa di ospitare una delle più importanti maratone internazionali che si svolgerà dopo il periodo più difficile della pandemia. Acea Run Rome The Marathon si disputerà all’alba, un’edizione ancora più suggestiva nella magnifica cornice della Capitale: ancora una volta Roma dimostra di essere all’avanguardia negli eventi sportivi internazionali”, ha dichiarato la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

 

HANNO DETTO:

“Abbiamo fortemente voluto conferire alla Maratona di Roma, da anni disputata nella nostra città, la connotazione che merita: evento di punta del running della Capitale. Aver messo a bando la manifestazione, e aver reso l’evento ancora più di livello con una cordata di gestori di spicco, farà sì che, come per Formula E o per EURO2020, Roma si dimostri nuovamente vetrina e luogo ideale per gli eventi di sport di altissimo spessore”, ha affermato l’Assessore allo Sport, Turismo, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini di Roma Capitale Veronica Tasciotti.

“L’Acea Run Rome The Marathon segna finalmente il ritorno importante della corsa e del protagonismo dei runner di tutto il mondo – ha detto il presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli “L’Atletica in generale e il running in particolare si possono praticare sia individualmente, che insieme agli altri e la partenza dell’Acea Run Rome The Marathon rappresenta per tutti noi un momento simbolico della fine, speriamo, di un periodo difficile e di nuovo inizio, oltre che di profondo attaccamento all’attività fisica e ai corretti stili di vita”.

“È un onore per ACEA – ha dichiarato l’amministratore delegato di Acea Giuseppe Gola – confermare il suo sostegno a questa edizione della Maratona di Roma, la XXVI della sua storia e la prima dopo l’emergenza sanitaria, ragione questa che le conferisce un significato molto speciale e il valore simbolico di una ripartenza per la città e per la sua comunità. L’Azienda, che si riconosce nei valori dello sport e della partecipazione, lega il suo nome a questo evento, riconosciuto tra le manifestazioni più note a livello internazionale, anche perché celebra uno degli sport più sostenibili al mondo e propone un modo di vivere la città in linea con l’impegno green che Acea porta avanti da sempre”.

“Gli sport a partecipazione di massa sono quelli che più hanno sofferto le conseguenze della pandemia – ha dichiarato Stefano Deantoni, Marketing Director Infront Italy – Noi stessi come organizzatori ci siamo trovati di fronte a scelte difficili e non prive di rischi. Quando mesi fa abbiamo deciso di aprire le iscrizioni alla maratona di Roma 2021 lo abbiamo fatto in un contesto ancora incerto, ma abbiamo scommesso sull’efficienza del nostro paese e sull’uscita in tempi relativamente rapidi dalla pandemia. Oggi la scommessa non è ancora vinta ma le premesse per un evento internazionale di successo sono ci sono tutte. Voglio ringraziare chi, assieme a noi, ha creduto nella scommessa fatta, ossia le aziende sponsor che potranno beneficiare di un argomento di comunicazione eccezionale e mai come quest’anno unico e permetteranno a noi organizzatori di proporre al mondo un evento di livello internazionale Molte aziende erano con noi già dal 2020 e hanno confermato il loro investimento, mi riferisco al title sponsor Acea, allo sponsor tecnico Joma, a Named Sport, Upim, Crai – Maurice Lacroix, Radio 105 –  Acqua San Benedetto, Madi Ventura la Radio romana Radio Globo, l’electrified car Nissan e molte altre si sono unite più di recente, Manifattura Falomo, Rio Mare, Compeed, Dole, Cisalfa confermando la bontà del nostro progetto. Per noi le aziende sponsor sono tutte egualmente importanti, ma mi preme fare una citazione particolare per lo sponsor tecnico Joma che oggi svela in anteprima assoluta le maglie di maratona staffetta e fun race. Un oggetto di culto per tutti i runner che potranno toccare con mano e indossare con orgoglio il 19 settembre”.

“#bentornatoobiettivo è l’hashtag lanciato sui social per questa edizione speciale, perché dopo i lunghi mesi del lockdown caratterizzati dall’assenza di gare i runner finalmente hanno un obiettivo da perseguire, un sogno da esaudire, un traguardo da conquistare. Acea Run Rome The Marathon vedrà il via alle 6.45 e questo sarà il momento più emozionante di tutto – ha detto Daniele Quinzi Direttore Marketing Corriere dello Sport – Stadio –. Abbiamo il percorso più bello del mondo e sarà una gara a due velocità: all’inizio ci sarà solo il silenzio, il respiro dei runner, la bellezza della luce particolare dell’alba, poi piano piano con il passare delle ore e dei chilometri la città si sveglierà, facendo diventare la maratona stessa più festosa e colorata con tifo sulle strade e animazione sul percorso. Sarà una maratona che rimarrà per sempre nel cuore di ogni partecipante, la partenza all’alba è unica nel suo genere e irripetibile. Abbiamo attivato tanti progetti, dai ‘Get Ready’, gli allenamenti collettivi che riprenderanno questa domenica 10 luglio, a My First Run che grazie all’ausilio di coach professionisti quali Andrea Giocondi, ma ancora i nutrizionisti ufficiali della maratona Francesco Cagnazzo e Francesco Fagnani, porteranno centinaia di persone perfettamente allenate per compiere l’impresa”.

“Entusiasmo alle stelle per l’appuntamento speciale di settembre, la maratona “Alba Edition” – ha detto Enrico Castrucci Presidente di Italia Marathon Club – I runner di tutto il mondo si meritano di tornare a gareggiare sul serio mettendo definitivamente alle spalle il triste periodo passato: nuovi stimoli, nuovi sogni, nuovi obiettivi e nuova maratona a Roma! E siamo orgogliosi, come organizzatori, di dare il primo input ufficiale di ripresa con un world mass-event di questa portata. Subito dopo la maratona individuale partirà la Staffetta Acea Run4Rome, alla portata di tutti: quattro frazionisti, un team, obiettivo fundraising, il tutto vissuto in allegria e senza guardare il cronometro. Altra grande novità è la Stracittadina Fun Race diffusa in tutto il pianeta: l’emozione di correre o camminare per 5 km, immersi in percorsi green della zona in cui si vive, immaginando di stare tutti insieme nella ‘città del mondo’: Roma”.

Leave a Reply

     FACEBOOK                        |                            INSTAGRAM                        |                            YOUTUBE

powered by