Acea Run Rome The Marathon, trionfa il debuttante keniano Clement Kiprono - RUN ROME THE MARATHON

Sul traguardo in 2h08’23” Kiprono coglie il successo nella prima maratona della carriera.
Nelle donne vittoria per keniana Peris Lagat Jerono in 2h29’29”.
Brividi ed emozioni allo start all’alba di Roma, una maratona che rimarrà nella storia
Si è corsa per la prima volta  la staffetta solidale Acea Run4Rome

Roma all’alba è tornata a correre, a gioire, a vivere la passione dello sport grazie all’Acea Run Rome The Marathon, la rinnovata edizione della maratona internazionale di Roma. Rimandata l’edizione del marzo 2020 causa Covid19, dopo l’ultima edizione datata marzo 2019 i Fori Imperiali sono tornati ad essere il magico scenario di una memorabile giornata di sport.

L’alba tanto attesa è finalmente arrivata, un magico scenario unico al mondo immerso tra il Colosseo, l’Altare della Patria, i Fori romani, gli indomiti legionari del Gruppo Storico Romano, il tenore lirico Carlo Assogna a cantare dapprima l’inno nazionale e poi a sancire il via e a suonare la carica con l’assolo ‘All’alba vincerò”. Brividi, emozioni, adrenalina a mille ed il via liberatorio per andare alla conquista di un traguardo che rimarrà nella storia di Roma e della sua maratona. Evento organizzato per la prima volta da Infront Italy, Corriere dello Sport – Stadio e Italia Marathon Club.

Vincitore dell’Acea Run Rome The Marathon 2021 è stato il debuttante keniano Clement Langat Kiprono in 2h08’23” seguito da Emmanuel Naibei, Kenya, in 2h08’28”. Chiude il podio l’etiope Deresa Ulfata Geleta in 2h08’42”. E’ decimo Michele Palamini (G.A. Vertovese), il primo italiano sulla finish-line in 2h22’47” che festeggia così oggi il trentesimo compleanno. L’attesissimo Giorgio Calcaterra, nella sua 250esima maratona, ha concluso nell’ovazione del pubblico in 2h42’05”, una gara a cui non ha voluto rinunciare nonostante solo domenica scorsa abbia corso una ultramaratona da 100km in Olanda.

“Sono felice di questa vittoria a Roma – le prime parole del vincitore Kiprono – Non avevo mai corso una maratona, il mio miglior risultato era una mezza maratona a Houston nel 2018 in 1h00’29”. Vivo a Eldoret, Iten in Kenya”.

Tra le donne successo per la keniana Peris Lagat Jerono in 2h29’29”, non lontano dal suo personal best segnato in Cina nel maggio 2018 di 2h28’27”. Arrivata stremata al traguardo, ha dimostrato ancora una volta a tutti quanto è difficile e impegnativo, ma anche fantastico correre una maratona. Premiazione effettuata sulla barella impossibilitata ad alzarsi, scortata dalla Croce Rossa. 2h30’50” è il tempo della connazionale, seconda classificata, Judith Jurubet che invece piazza un primato personale, spazzato via il 2h33’52” fatto a Eldoret nel giugno scorso. Terzo gradino del podio che si tinge dei colori d’Etiopia grazie a Jifar Fantu Zewude che ha concluso in 2h32’02”. Claudia Maretta (G.S. Lammari) è la prima donna italiana al traguardo, 3h04’05”.

All’Acea Run Rome The Marathon sono stati assegnati i titoli italiani di maratona paralimpica. Sono quattro i nuovi campioni, tre atleti appartenenti alle categorie riservate alla disabilità visiva, ed uno appartenente alla classe cerebrolesione. A vincere il titolo T11 è Luca Aiello (Athletic Terni) che corre in 4:04.37. Tra i T12 medaglia d’oro per Giovanni Pili D’Ottavio (Villa De Sanctis) che, con 3:36.36, ha la meglio su Francesco Paolo Giannini (Barletta Sportiva), argento in 4:35.57. Il compagno di club Vincenzo Cascella è primo per la categoria T13 (4:35.56), mentre il maratoneta T38 Giacomo Grillo (Athletic Terni) si aggiudica il titolo tricolore in 5:26.09.

Roma si è svegliata con un fiume di persone a correre festanti e concentrate sulle strade oltre che per la maratona anche per la Staffetta solidale Acea Run4Rome che ha visto la partecipazione di centinaia di squadre formate da 4 persone. Quattro staffettisti, quattro alfieri che hanno corso sfidando i 42km della maratona ma anche per fare del bene. Ben 9 le Onlus aderenti al Charity Program: AIRC, Doppia Difesa, Dynamo Camp, Fondazione Maratona Alzheimer, Fondazione Operation Smile Italia Onlus e Sport Senza Frontiere, La Pelle Azzurra, La Stella di Lorenzo e Rotary International. All’arrivo diverse personalità, tra queste anche la show-girl e medagliata atleta paralimpica Annalisa Minetti che ha corso con una speciale squadra tutti di non vedenti e Lisa Migliorini ‘The Fashion Jogger’ che ha corso la quarta frazione della squadra di Corriere dello Sport – Stadio.

Al nastro di partenza della Acea Run Rome The Marathon anche la Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi e l’Assessore allo Sport, Turismo, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini di Roma Capitale Veronica Tasciotti, dopo aver dato ufficialmente il via, sono scese sulla strada per correre i primi chilometri della competizione. Al loro fianco due angeli custodi d’eccezione quali Angelo Diario Presidente Commissione Sport di Roma Capitale e l’ex campionessa azzurra, vincitrice della maratona di Roma e di New York del 1998, Franca Fiacconi.

Impegnata in maratona anche la giovanissima Sara Vargetto, dolcissima e sempre sorridente ragazza affetta da artrite idiopatica giovanile che usa la carrozzina per correre. Come sempre è stata accompagnata in gara da papà Paolo. Insieme hanno tagliato il traguardo in 3h49’56”, obiettivo centrato, nel mirino c’era il 3h50’00”.

Spazio anche nella giornata di ieri sabato 18 settembre e ancora tutto oggi domenica 19 a Roma, così come in tutta Italia, per la Stracittadina Fun Race 5k che si è corsa in modalità diffusa e libera. Una maniera diversa per esserci, per sentirsi parte comunque di questo meraviglioso progetto maratona che parla principalmente di sport, benessere, inclusione.

Acea Run Rome The Marathon è un progetto durato diversi mesi che ha aiutato i maratoneti a concludere con il sorriso la maratona, la staffetta o la stracittadina, invitando le persone al movimento, allo sport. Progetti quali My First Run con tabelle d’allenamento e webinar teorici a cura di 6Più, poi gli allenamenti collettivi Get Ready comprensivi anche di Archeorunning, allenamenti e visite culturali della città in contemporanea a cura di Isabella Calidonna.

Tutti i maratoneti, insieme ai loro familiari, hanno potuto beneficiare inoltre di sconti, convenzioni, gratuità nelle attrattive culturali più importanti della città, Roma è la città perfetta per il connubio sport, turismo e cultura.

Classifica maschile    
1 Kiprono Langat Clement – KENYA – 2h08’23”
2 Naibie Emmanuel – KENYA – 2h08’28”
3 Geleta Ulfata Deresa – ETIOPIA – 2h08’42”

Classifica femminile 
F1 Cherono Lagat Peris – KENYA – 2h29’29”
F2 Jurubet Judith – KENYA – 2h30’50”
F3 Jifar Fantu Zewunde – ETIOPIA – 2h32’02”

Leave a Reply

     FACEBOOK                        |                            INSTAGRAM                        |                            YOUTUBE

powered by